Fashion like life should be rich with poetry and fun, by Caterina Pervinca

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
Appuntamento a Roma con un talento della moda italiana, Caterina Pervinca.

Una donna appassionata che “indossa” sempre un sorriso, si racconta per i lettori di  Katerina’s fashion.

Quando hai deciso di dedicarti esclusivamente alla moda, di diventare una stilista?

 Ho sempre avuto un grande amore per la moda, fin da bambina: l’ho sempre vista non solo come una cosa frivola ma anche come un modo per esprimere sé stessi e per raccontare la società ed il mondo che stiamo vivendo ma la decisione vera e propria è arrivata poco più di un anno fa, quando ho deciso di creare Caterina Pervinca.
 Always a great love for fashion, even as child: i’ve always seen it not only as a frilly thing but a way to express oneself and to tell the society that we are living but a full decision just over a year ago when i decided to create Caterina Pervinca.

 Quali sono i tessuti che preferisci per le tue creazioni?

 Amo moltissimo i filati naturali e la sensazione tattile che ti fanno provare: la seta, la lana, il cotone… anche se non sempre si può adoperare il naturale al cento per cento! Amo i tessuti leggeri, i veli, amo moltissimo il denim, amo il tweed, amo il crèpe…. sono un’inguaribile romantica!

Much love natural yarns and the tactile sensation what they do them you to try: the silk, wool and cotton … even if you can not always use the 100% natural yarns! I love the light fabrics, veils, i really love the denim, tweed and crepe so…. i’m an incurable romantic!

Ci racconti il processo creativo che vi è dietro una collezione?

 eh eh… penso che ogni stilista abbia il suo processo creativo, è una cosa molto personale. Nel mio caso…. io sono una persona molto intuitiva e purtroppo poco logica: se devo essere sincera, io semplicemente osservo tutto quello che mi circonda, lo assorbo come una spugna senza neanche rifletterci troppo. Arte, politica, musica, film, come è vestita una persona accanto a me sull’autobus, la luce in un determinato momento, un libro, un fiore nel giardino sotto casa, un viaggio all’altro capo del mondo: tutto può essere fonte di ispirazione! sono sempre stata una persona molto curiosa e molto portata ad osservare quello che ho intorno.
 poi ho bisogno di piccoli momenti di ozio totale in cui lascio sedimentare passivamente quello che ho assorbito e ad un certo punto…. esce l’idea! non saprei neanche dire come! Le migliori idee le ho avute nei momenti più impensati, in cui facevo tutt’altro!!!! Poi chiaramente da qui comincia un lavoro più razionale, e pian piano grazie ad esso la collezione prende forma.
Ehm ehm … I think every designer has his own creative process, is a very personal thing. In my case …. I am a really intuitive person and unfortunate little logic: if i’m being honest, i simply look everything around me, i absorb as a sponge without even thinking too much. Art, politics, music, film, as dressed a person next to me on the bus, the light in a certain moment, a book, a flower in the garden below the house, one trip to another side of the world: everything can be source t of inspiration! I have always been a very curious person and very capacity to observe what i have around.
Also i need small moments of total idleness in which I leave to sediment passively what I absorbed and at some point ….idea comes out! I could not even tell you how! The best ideas I had them in the most unexpected moments, while i was doing all other !!!! Then clearly from here it begins a more rational work, and little by little because of it the collection takes shape.
m

Cosa vorresti che emerga dalle tue collezioni?

 Vorrei che dalle mie collezioni emergesse il mio sogno di donna: viviamo in un mondo che a volte sembra tanto brutto, appiattito, omologato. Ogni tanto temo che abbiamo perso una delle doti più belle dell’essere umano: la fantasia. ecco, io nel mio piccolo vorrei restituire alle donne un pò di fantasia, portare nel loro quotidiano una scintilla di poesia. Quando vedo una donna che indossa un mio abito e sorride, quella è per me la migliore ricompensa.
 I wish my collections emerged from my woman’s dream: we live in a world that sometimes seems so bad, flattened, approved type. Sometimes i fear that we have lost one of the most beautiful qualities of the human being: the imagination. So here, in my small way i would like to give back to the women a little imagination, bringing in their daily a spark of poetry. When i see a woman wearing my dress and smiles, that is for me the best reward.

Qualcosa che vorresti dire ai nostri lettori o che vorresti aggiungere?

 Solo questo: la moda, così come la vita, dovrebbe essere ricca di poesia e di divertimento, non dimentichiamocelo mai!
That’s all: fashion, as well as life, should be full of poetry and fun, never let’s not forget!
 caterina pervinca
Caterina Pervinca Instagram: @caterinapervinca
Shop Caterina Pervinca here 

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *